Chiaraleggetroppo

Venticinque anni e il naso sempre tra le pagine – Chistmas edition!


5 commenti

Recensione: “Colpa delle stelle”, John Green.

Sembra una cazzata, ma la vita della studentessa fuori sede è faticosa. Tante piccole cose che prima davo per scontate improvvisamente non sono poi così tanto scontate – come avere sempre calzini puliti nel cassetto o qualcosa di commestibile nel frigo -, ma sopra ogni altra cosa quello che viene a mancare di più è il tempo. Tempo per scrivere di libri già letti, ma soprattutto tempo per leggere libri nuovi. Non ho intenzione di mollare il colpo così, mancasse altro – ci è voluta una laurea e il conseguente esaurimento nervoso per capire che i miei spazi devono continuare ad esistere anche quando lo studio sembra reclamare ogni singola particella del mio corpo/essere e non ho nessuna voglia di ripetere l’esperienza in questo secondo ciclo -, ma va da sé che gli aggiornamenti finiranno inesorabilmente con il diluirsi nel tempo.
Detto questo, basta con le rotture di palle da blogger pseudo responsabile davanti all’imminente catastrofe di due parziali in un mese e andiamo avanti con quello che è stato sicuramente il libro più bello dell’estate 2013.

colpa delle stelleTitolo: Colpa delle stelle
Titolo originale: The fault in our stars
Autore: John Green
Editore: Rizzoli
Pagine: 347
Anno: 2012

Giudizio: 5/5

Sinossi
Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto alle sue coetanee, con una vita in frantumi in cui i pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato. Continua a leggere

Annunci