Chiaraleggetroppo

Venticinque anni e il naso sempre tra le pagine – Chistmas edition!


1 Commento

Citazione: “Yellow birds”, Kevin Powers.

Ero diventato una specie di invalido. Erano i miei amici, giusto? Perché non entravo in acqua e andavo da loro? Che cosa gli avrei detto? “Ehi, come va?” Mi avrebbero chiesto. E io avrei risposto: “come se mo stessero divorando da dentro, ma non posso dirlo a nessuno; perché tutti mi sono sempre così grati e io, non so, mi sentirei ingrato. O forse rischierei di rivelare che non merito nessuna gratitudine, anzi, dovrebbero odiarmi tutti per quel che ho fatto, invece mi vogliono bene, e questa cosa mi sta facendo impazzire”. Come no.

Annunci


1 Commento

Citazione: “Yellow birds”, Kevin Powers.

Il resto è storia, dicono. Cazzate, dico io. È immaginazione o non è niente, e così deve essere, perché ciò che è stato creato, a questo mondo, ciò che è fatto, si può annullare, disfare; le fibre di una  corda si possono dipanare. E se quella corda serve come guida per un battello diretto ad altra sponda, allora ci si deve inventare un modo per intrecciarla nuovamente,  o ci sarà chi affoga nei torrenti che solcano il nostro cammino. Accetto ora, benché in verità sia occorso un po’ di tempo, che quel “deve” debba valere in sé come permesso.