Chiaraleggetroppo

Venticinque anni e il naso sempre tra le pagine – Chistmas edition!


2 commenti

#10 WWW Wednesday!

Buongiorno bestioline!
Anche oggi fa caldo e anche oggi parliamo di libri tanto per non pensarci troppo. E poi è mercoledì, quale miglior occasione per ricordare a me stessa che nonostante il blog sia stato un po’ fermo io comunque ho continuato a leggere? Diciamo che questo post non è esattamente una carrellata di tutte le mie letture estive, ma sicuramente quelle che ci trovate sono le più recenti. Le regole ormai le conoscete, quindi andiamo!

WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?

 

Can Evie convince her rival loves to work together? Their survival depends on it in this third book of #1 New York Times bestselling author Kresley Cole’s Arcana Chronicles, a nonstop action tale of rescue, redemption, and a revenge most wicked.
Heartbreaking decisions
Evie was almost seduced by the life of comfort that Death offered her—until Jack was threatened by two of the most horrific Arcana, the Lovers. She will do anything to save him, even escape Death’s uncanny prison, full of beautiful objects, material comforts…and stolen glances from a former love.
Uncertain victory
Despite leaving a part of her heart behind with Death, Evie sets out into a perilous post-apocalyptic wasteland to meet up with her allies and launch an attack on the Lovers. Such formidable enemies require a battle plan, and the only way to kill them may mean Evie, Jack, and Death allying. Evie doesn’t know what will prove more impossible: surviving slavers, plague, Bagmen and other Arcana—or convincing Jack and Death to work together.
Two heroes returned
There’s a thin line between love and hate, and Evie just doesn’t know where she stands with either Jack or Death. Will this unlikely trio be able to defeat The Lovers without killing one another first…?

WHAT DID YOU RECENTLY FINISH READING?

 

Il circo della notte, Erin Morgenstern
Appare così, senza preavviso.
La notizia si diffonde in un lampo, e una folla impaziente già si assiepa davanti ai cancelli, sotto l’insegna in bianco e nero che dice: “Le Cirque des Rèves. Apre al crepuscolo, chiude all’aurora”.
È il circo dei sogni, il luogo dove realtà e illusione si fondono e l’umana fantasia dispiega l’infinito ventaglio delle sue possibilità. Un esercito di appassionati lo insegue dovunque per ammirare le sue straordinarie attrazioni: acrobati volanti, contorsioniste, l’albero dei desideri, il giardino di ghiaccio…
Ma dietro le quinte di questo spettacolo senza precedenti, due misteriosi rivali ingaggiano la loro partita finale, una magica sfida tra due giovani allievi scelti e addestrati all’unico scopo di dimostrare una volta per tutte l’inferiorità dell’avversario.
Contro ogni attesa e contro ogni regola, i due giovani si scoprono attratti l’uno dall’altra: l’amore di Marco e Celia è una corrente elettrica che minaccia di travolgere persino il destino, e di distruggere il delicato equilibrio di forze a cui il circo deve la sua stessa esistenza.

Quanto ti ho odiato, Kody Keplinger
Bianca Piper ha diciassette anni, è cinica ma leale e non pensa minimamente di essere la più carina tra le sue amiche. È anche troppo intelligente per cedere al fascino di Wesley, il ragazzo più corteggiato e viscido della sua scuola. Bianca infatti lo detesta. Ma dato che le cose in famiglia non vanno granché bene e Bianca è alla disperata ricerca di una distrazione, un giorno finisce per baciare Wesley. Per scoprire addirittura che le piace. Desiderosa di fuggire dai problemi familiari, finisce per legarsi a lui e farci sesso. Ma Wesley è addirittura più scombinato del previsto e Bianca si ritrova terrorizzata all’idea di essersi innamorata proprio del nemico…

Ti ho lasciato un messaggio sul frigo, Alice Kuipers
II rapporto tra una madre indaffarata e la figlia quindicenne raccontato attraverso i post-it che le due si scambiano ogni giorno nel corso di un anno. La madre è una donna divorziata che lavora come ostetrica e fa orari impossibili, di conseguenza non vede molto la figlia che attraversa la tipica crisi dell’età adolescenziale, mostra insofferenza e segni di ribellione. Man mano che il lettore legge i messaggi lasciati sul frigorifero scopre che la madre si ammala di cancro al seno e la ragazza deve di colpo fare i conti con questa tragica realtà. Naturalmente la sua vita cambierà per sempre.


WHAT ARE YOU GOING TO READ NEXT?

 

Non ho fatto programmi, sulle mie letture future.
Preferisco di gran lunga improvvisare, scegliere il titolo in base all’ispirazione del momento, affidandomi unicamente al mio – discutibile – istinto di lettrice e all’ingenua speranza che sarò in grado di scegliere il libro giusto al momento giusto. Lo fate mai? Io sempre – forse è per questo che le mie letture hanno lasciato alquanto a desiderare, almeno fino ad adesso…!

Annunci


1 Commento

#9 WWW Wednesday – @I_am_Europe edition!

Hello everyone!
As you already know if you follow me on Facebook, I’m taking over the @I_am_Europe Twitter account. It means I’m going to bumble in English until Sunday night, because on Monday somebody else will take my place. As you can see, I’m experimenting some difficulties trying to put together some content take makes sense, so I stop it here: here you can find more informations, which are well written and comprehensible. I honestly have no idea about how to explain the project, suddenly I feel like I can’t speak or write English AT ALL. But I’m going it anyway, because I’m enjoying the experience a lot and I thought it could be nice to share a blog post with all the nice people are talking with me these days. So, here we are! And since it’s Wednesday, it’s time to recap my readings with a WWW Wednesday!

WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?

Maggie Stiefvater, Shiver.
For years, Grace has watched the wolves in the woods behind her house. One yellow-eyed wolf—her wolf—is a chilling presence she can’t seem to live without.
Meanwhile, Sam has lived two lives: In winter, the frozen woods, the protection of the pack, and the silent company of a fearless girl. In summer, a few precious months of being human… until the cold makes him shift back again.
Now, Grace meets a yellow-eyed boy whose familiarity takes her breath away. It’s her wolf. It has to be. But as winter nears, Sam must fight to stay human—or risk losing himself, and Grace, forever.

WHAT DID YOU RECENTLY FINISH READING?

Rainbow Rowell, Eleanor&Park.

Two misfits.
One extraordinary love.
Eleanor
… Red hair, wrong clothes. Standing behind him until he turns his head. Lying beside him until he wakes up. Making everyone else seem drabber and flatter and never good enough…Eleanor.
Park… He knows she’ll love a song before he plays it for her. He laughs at her jokes before she ever gets to the punch line. There’s a place on his chest, just below his throat, that makes her want to keep promises…Park.
Set over the course of one school year, this is the story of two star-crossed sixteen-year-olds—smart enough to know that first love almost never lasts, but brave and desperate enough to try.

Becca Fitzpatrick, Black Ice.
|| Review

Sometimes danger is hard to see… until it’s too late.
Britt Pfeiffer has trained to backpack the Teton Range, but she isn’t prepared when her ex-boyfriend, who still haunts her every thought, wants to join her. Before Britt can explore her feelings for Calvin, an unexpected blizzard forces her to seek shelter in a remote cabin, accepting the hospitality of its two very handsome occupants—but these men are fugitives, and they take her hostage.
In exchange for her life, Britt agrees to guide the men off the mountain. As they set off, Britt knows she must stay alive long enough for Calvin to find her. The task is made even more complicated when Britt finds chilling evidence of a series of murders that have taken place there… and in uncovering this, she may become the killer’s next target.
But nothing is as it seems in the mountains, and everyone is keeping secrets, including Mason, one of her kidnappers. His kindness is confusing Britt. Is he an enemy? Or an ally?
BLACK ICE is New York Times bestselling author Becca Fitzpatrick’s riveting romantic thriller set against the treacherous backdrop of the mountains of Wyoming. Falling in love should never be this dangerous…

Adi Alsaid, Let’s get lost.


Five strangers. Countless adventures. One epic way to get lost.
Four teens across the country have only one thing in common: a girl named LEILA. She crashes into their lives in her absurdly red car at the moment they need someone the most.
There’s HUDSON, a small-town mechanic who is willing to throw away his dreams for true love. And BREE, a runaway who seizes every Tuesday—and a few stolen goods along the way. ELLIOT believes in happy endings…until his own life goes off-script. And SONIA worries that when she lost her boyfriend, she also lost the ability to love.
Hudson, Bree, Elliot and Sonia find a friend in Leila. And when Leila leaves them, their lives are forever changed. But it is during Leila’s own 4,268-mile journey that she discovers the most important truth— sometimes, what you need most is right where you started. And maybe the only way to find what you’re looking for is to get lost along the way.

WHAT ARE YOU GOING TO READ NEXT?

James Dashner, The eye of mind.
Michael is a gamer. And like most gamers, he almost spends more time on the VirtNet than in the actual world. The VirtNet offers total mind and body immersion, and it’s addictive. Thanks to technology, anyone with enough money can experience fantasy worlds, risk their life without the chance of death, or just hang around with Virt-friends. And the more hacking skills you have, the more fun. Why bother following the rules when most of them are dumb, anyway?
But some rules were made for a reason. Some technology is too dangerous to fool with. And recent reports claim that one gamer is going beyond what any gamer has done before: he’s holding players hostage inside the VirtNet. The effects are horrific—the hostages have all been declared brain-dead. Yet the gamer’s motives are a mystery.
The government knows that to catch a hacker, you need a hacker.
And they’ve been watching Michael. They want him on their team.
But the risk is enormous. If he accepts their challenge, Michael will need to go off the VirtNet grid. There are back alleys and corners in the system human eyes have never seen and predators he can’t even fathom—and there’s the possibility that the line between game and reality will be blurred forever.

What about you? Do you plan your readings? As my followers know, I always try and always fail: when it comes to readings, there’s no way I can resist the urge to read a book, even if I already decided to read something else. Maybe one day I will, who knows!
Have a nice evening 🙂


Lascia un commento

#8 WWW Wednesday!

A Forlì è tornato l’inverno: il cielo è tutto grigio, c’è un vento freddo e teso che ulula tra gli alberi davanti alla mia finestra, spifferi gelidi mi accolgono ogni volta che mi alzo dalla mia scrivania per vagare, stile anima in pena, qualche secondo. Potrei dire di aver ufficialmente iniziato le letture pro-tesi, ma la verità è che stanno martellando sulle scale dalle otto e mezza di questa mattina e non sono sicura di aver effettivamente imparato qualcosa dalle pagine tostissime del libro che sto affrontando. Credo sia più corretto dire che ci ho provato e che, al momento, mi sono pure arresa all’evidenza che se già è difficile trovare la concentrazione, in queste condizioni è praticamente impossibile. Quindi eccoci qui, in un mercoledì di fine marzo, alle prese con un classicissimo WWW Wednesday.

WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?

Adi Alsaid, Via con te.
Hudson, Bree, Elliot e Sonia hanno un solo punto in comune: Leila, una ragazza che entra nelle loro vite con la sua auto rosso fiammante proprio nel momento in cui hanno più bisogno di aiuto.
Leila è in viaggio verso l’Alaska per andare a vedere l’aurora boreale. Nel suo percorso attraverso gli Stati Uniti incontra Hudson, meccanico di una piccola città, che sembra pronto a gettare via i sogni di una vita in nome dell’amore. Poi Bree, una ragazza in fuga da se stessa che vive rubacchiando. E in seguito Elliot, che crede al lieto fine… finché la sua vita si scosta dalla sceneggiatura prevista. Infine Sonia che, perdendo il suo ragazzo, teme di aver perso la capacità di amare.
Tutti e quattro trovano un’amica in Leila. E quando Leila li saluta per continuare il viaggio, le loro vite sono in qualche modo cambiate. Leila dovrà, invece, arrivare fino in Alaska per venire a patti con se stessa.

WHAT DID YOU RECENTLY FINISH READING?

Thomas Melis, A un passo dalla vita.
È una Firenze fredda, notturna e mai nominata quella che fa da palcoscenico alla storia di Calisto e dei suoi sodali, il Secco e Tamagotchi. La città è segnata dalla crisi globale, dietro l’opulenza pattinata del glorioso centro storico si nasconde la miseria dei quartieri periferici. Calisto è intelligente, ambizioso, arriva dal Meridione con un piano in mente e non ha intenzione di trasformarsi in una statistica sul mondo del precariato. Vuole tutto: tutto quello che la vita può offrire. Vuole lasciarsi alle spalle lo squallore della periferia – gli spacciatori albanesi, la prostituzione, il degrado, i rave illegali –, per conquistare lo scintillio delle bottiglie di champagne che innaffiano i privè del Nabucco e del Platinum, i due locali fashion più in voga della città. Calisto vuole tutto e sa come vincere la partita: diventando un pezzo da novanta del narcotraffico.
Cupamente, nella rappresentazione di un dramma collettivo della “generazione perduta”, schiava di un sistema socioeconomico degenere e illusa dalle favole di una televisione grottesca, si snoda questa storia di ingiustizie e tradimenti, ma anche di amicizie e amori forti tragicamente condannati. Perché il male non arriva mai per caso e la vita non dimentica mai nulla, non perdona mai nessuno.

Jennifer Niven, Raccontami di un giorno perfetto.
È una gelida mattina d’inverno quella in cui Theodore Finch decide di salire sul tetto della scuola solo per capire che cosa si prova a guardare di sotto. L’ultima cosa che si aspetta però è di trovare qualcun altro lassù, in bilico sul cornicione. Men che meno Violet Markey, una delle ragazze più popolari del liceo. Eppure Finch e Violet si somigliano più di quanto possano immaginare. Sono due animi fragili: lui lotta da anni con la depressione, lei ha visto morire la sorella in un terribile incidente d’auto. È in quel preciso istante che i due ragazzi iniziano a provare la vertigine che li legherà nei mesi successivi. Una vertigine che per lei potrebbe essere un nuovo inizio, e per lui l’inizio della fine…

WHAT ARE YOU GOING TO READ NEXT?

Melissa Marr, Radiant shadow.
Per metà umana e per metà essere fatato, Ani è guidata dai propri appetiti. Ma sono gli stessi che guidano anche nemici potenti e deboli alleati, come Devlin che è stato modellato per essere un assassino ed è il fratello della Regina dell’Alta Corte, fredda e calcolatrice, nonché della gemella di lei, confusionaria e personificazione della guerra. Devlin però vuole salvare Ani dalle sue sorelle, sapendo che, se fallisce, sarà lui lo strumento con cui la ragazza verrà uccisa. Ani, da parte sua, non è tipo da lasciarsi controllare mentre altri lottano a causa sua: ha abbastanza coraggio da proteggere se stessa e alterare i piani di Devlin. I due sono indissolubilmente legati da un destino che li rende allo stesso tempo minaccia e protezione l’uno per l’altra. Ma nel momento in cui la loro vicinanza diventa più stretta, un inganno ancora maggiore si prepara a mettere in pericolo il mondo fatato. Il prezzo da pagare perché si salvi sarà dunque la loro separazione?

Voi, invece?
Quale sono state le vostre ultime letture? Dai, non lasciatemi sempre qui a parlar da sola, raccontatemi un po’!


3 commenti

#7 WWW Wednesday!

L’ultimo WWW Wednesday che questo blog ricorda risale al 24 dicembre: direi che è il caso di rimendiare e propinarvene uno nuovo di pacca, in attesa di tutte le recensioni da pubblicare. Perché si, non dico che sono in pari, ma sono presa piuttosto bene per i miei standard, quindi yay me! Ciò non toglie che, obbligandomi a pubblicarne massimo due per settimana perché i periodi di magra son sempre dietro l’angolo e questo blog lo sa fin troppo bene, ci vorrà un po’ prima che siano pubblicate tutte e quindi quale occasione migliore per propinarvi quelle che sono le mie letture presenti/passate/future? Appunto. E poi mi andava di pubblicare anche oggi, quindi poche storie: il post ve lo cuccate in ogni caso.

WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?

Sasha L. Miller, Losing ground.
Carter Bellwood’s family has Earth-claimed the Bellwood territory for generations and they’ve always had an excess of Earth energy to back it up. Until Carter, whose energy is barely a fraction of that his mother has. But he’s the only Earth wizard in his generation and set to inherit the territory—if there’s anything left of it. The territory is being ravaged by a disease that kills all plant life it comes into contact with. They can’t cure it, can barely contain it, can only watch as their territory turns into a barren landscape. Then a new Earth wizard shows up. Tai is everything Carter is not when it comes to the strength of his magic, and more importantly he knows how to cure the disease. But he’s also terrified and clearly on the run from something, and Carter’s not sure Tai’s help is worth the risk of him trying to stake his own claim on the territory—or the risk that whatever he’s running from finds him…

WHAT DID YOU RECENTLY FINISH READING?

Melissa West, Gravity.
In the future, only one rule will matter: don’t. Ever. Peek. Seventeen-year-old Ari Alexander just broke that rule and saw the last person she expected hovering above her bed — arrogant Jackson Locke, the most popular boy in her school. She expects instant execution or some kind of freak alien punishment, but instead, Jackson issues a challenge: help him, or everyone on Earth will die. Ari knows she should report him, but everything about Jackson makes her question what she’s been taught about his kind. And against her instincts, she’s falling for him. But Ari isn’t just any girl, and Jackson wants more than her attention. She’s a military legacy who’s been trained by her father and exposed to war strategies and societal information no one can know — especially an alien spy, like Jackson. Giving Jackson the information he needs will betray her father and her country, but keeping silent will start a war.

Katja Millay, Il tuo meraviglioso silenzio.
Le sue dita non possono più correre sul pianoforte, il suo mondo pieno di note è diventato muto. Nastya era una promessa della musica, prima. Prima che tutto precipitasse, prima che la vita perdesse ogni significato. Da 452 giorni Nastya ha smesso di parlare, e il suo unico desiderio è tenere nascosto il motivo del suo silenzio. La storia di Josh non è un segreto: ha perso tragicamente i suoi cari, e solo nel recinto impenetrabile che ha costruito intorno a sé si sente al riparo dalla compassione degli altri e libero di dedicarsi in solitudine all’unica cosa che lo tiene in vita: intagliare il legno. Quando sembra non esserci più luce né speranza, Nastya e Josh si trovano e le sensazioni sopite esplodono dal corpo e dal cuore. Due lontananze si incontrano, cercando l’una nell’altra la forza per superare il passato e rinascere davvero.

Stephanie Perkins, Il primo bacio a Parigi.
Non c’è nulla che Anna aspetti più dell’ultimo anno al liceo. E’ sicura che ogni singolo momento insieme alla sua migliore amica e al ragazzo per cui ha una cotta colossale sarà indimenticabile. Ma le cose non vanno affatto come sperato perché i genitori di Anna decidono di spedirla per un anno intero in collegio a Parigi. Anna è disperata … almeno fino al giorno in cui incontra Etienne St.Clair. Divertente, sensibile, affascinante, St. Clair sembra proprio il ragazzo perfetto. C’è solo un piccolo problema: lui è fidanzato. Ma- si sa – Parigi è la città più romantica del mondo, e tra una passeggiata sulle rive della Senna e un appuntamento al chiaro di luna, tutto può succedere.

WHAT ARE YOU GOING TO READ NEXT?

Kelley Powell, The merit birds.
Eighteen-year-old Cam Scott is angry. He’s angry about his absent dad, he’s angry about being angry, and he’s angry that he has had to give up his Ottawa basketball team to follow his mom to her new job in Vientiane, Laos. However, Cam’s anger begins to melt under the Southeast Asian sun as he finds friendship with his neighbour, Somchai, and gradually falls in love with Nok, who teaches him about building merit, or karma, by doing good deeds, such as purchasing caged “merit birds.” Tragedy strikes and Cam finds himself falsely accused of a crime. His freedom depends on a person he’s never met. A person who knows that the only way to restore his merit is to confess. “The Merit Birds” blends action and suspense and humour in a far-off land where things seem so different, yet deep down are so much the same.


3 commenti

#6 WWW Wednesday – Blogmas edition

Friendly reminder: questo meme è stato creato da MizB di ShouldBeReading. Siccome è una vita che non ne faccio uno, ho pensato di utilizzarlo per fare un riassunto di quello che ho letto durante il mese appena passato. Pur non trattandosi di una tappa ufficiale del #Blogmas ormai praticamente concluso, raccoglie una breve panoramica di una parte delle mie letture a tema Natale ed è, di fatto, l’ennesima occasione che ho per augurarvi di trascorrere la Vigilia in serenità, con le persone che amate, tra montagne di cibo, sorrisi e risate – e possibilmente un sacco di libri belli impacchettati sotto l’albero.

WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?

Corinne Savarese, Una Str…ega sotto l’albero
Durante un’intervista televisiva Amanda De Winter, l’interior designer più quotata tra le star di Hollywood, soprannominata la Regina di Ghiaccio per il carattere pessimo e il totale distacco dall’amore, annuncia al mondo di volersi regalare un toy boy.
Anthony Costello è il suo assistente da due anni e la odia con tutto il cuore. Per lui lei è la Strega, la Stronza, il Male, il Demonio. Ma quando suo zio Toruccio gli prospetta un bel matrimonio con Concetta la Caciotta e un futuro di tanti Caciottini, Anthony capisce che l’unica via di fuga è proprio lei: Amanda. Mettendo in pratica tutte le lezioni di marketing assimilate in anni di studio e lavoro, escogita il piano perfetto: lei sarà la finta fidanzata e lui sarà … il suo toy boy. Il fisico non gli manca e nemmeno la grinta per entrare nel ruolo.
I due iniziano la loro appassionante love story fatta di finti scoop, sorrisi forzati e servizi fotografici sulle pagine delle riviste patinate. Ma, complici la magia del Natale e una sempre più irresistibile attrazione, l’amore sarà il regalo che troveranno sotto l’albero.

WHAT DID YOU RECENTLY FINISH READING?

Robyn Carr, Natale a Virgin River
Giudizio:
 ★★☆☆☆
Questo libricino – praticamente una novella se guardiamo al numero di pagine – nasce come prequel di una saga romance ambientata nel pittoresco paesino di Virgin River. Annie è una ragazza di campagna, con la testa sulle spalle e piedi ben piantati a terra: gestisce il proprio salone di bellezza, ha il proprio appartamento e vive il Natale con l’impazienza di chi aspetta questa giornata per poterla trascorrere assieme alla propria famiglia. Nathaniel, al contrario, non vede l’ora di scappare, dal Natale, e dalla prospettiva di passarlo prigioniero su una nave da crociera. Non a caso il bel veterinario della contea ha in programma di passare dieci giorni su una spiaggia caraibica, in compagnia dei suoi vecchi amici dell’università, circondato da bellezze in micro-bikini. Nessuno dei due ha messo in conto di doversi occupare di otto cuccioli abbandonati a pochi giorni dalla nascita, né tantomeno di innamorarsi. Eppure, complice proprio la cucciolata bisognosa di cure e la magica atmosfera di un bianco Natale, le cose prenderanno una piega inaspettata, con un immancabile lieto fine. Natale a Virgin River è una storia carina messa sulla carta, con tutti i giusti ingredienti per diventare una piccola chicca da gustare in un pomeriggio ozioso. Eppure risulta piatta, mal scritta, poco appassionante. Non so se tutta la saga si trascina sugli stessi ritmi assolutamente prevedibili e con personaggi poco approfonditi, un po’ scontati e difficili da inquadrare del tutto, ma spero proprio di no. Sarà che arrivavo da una lettura assolutamente perfetta, sarà che sono schizzinosa, ma non ho saputo gustarmela come avrei voluto. Peccato perché, ripeto, l’idea era buona e assolutamente adorabile.

Virginia Bramati, Meno cinque alla felicità!
Giudizio: ★★★★☆

Costanza è una giornalista finanziaria, tostissima, che dalla piccola Varate – in Brianza – si è trasferita nella caoticissima New York. Ma è proprio a casa che deve fare ritorno, sollecitata dalla voce del padre venuto a mancare di recente e dalla preoccupazione sempre più grande che le laconiche telefonate a casa continuano a suscitarle. E che brutta sorpresa, rientrare nella trattoria Moretti e scoprire che il Natale ancora non è arrivato! Che non ci sono decorazioni, che non ci sarà il tradizionale pranzo a base di oche – diventate improvvisamente le protette della piccola Nuccia – e che la sua vecchia stanzetta è stata affittata ad un misterioso muratore estone! Cinque giorni sembrano davvero pochi, una manciata di ore in cui a malapena ci si fa passare il jet lag, eppure… la magia del Natale non guarda in faccia nessuno e Costanza dovrà affrontare non solo sua madre e sua sorella, sconvolte da un lutto ancora troppo vicino, ma anche se stessa, nel tentativo di accontentare un padre che sembra avere grandi piani e grandi progetti per la sua famiglia, prima di lasciarla definitivamente.
Meno cinque alla felicità! è un libricino adorabile, nel vero senso della parola. Divertente, appassionante, straordinariamente genuino nel tratteggiare una realtà così meravigliosamente italiana da scaldare il cuore. È raro che un romanzo ambientato in Italia mi faccia questo effetto. Generalmente tendo a trovarli noiosi, esagerati, poco credibili. In questo caso, invece, è stato impossibile non innamorarmi di questi personaggi così particolari, da Nuccia – la bambina che parla alle oche con il pallino dell’origine dei nomi propri – ad Andrej – tutt’altro che muratore, tutt’altro che estone, ma ortopedico e triestino (!!!) -, dal piccolo Gabriele – con un vocabolario culinario che si adatta a qualsiasi circostanza – al padre che, pur non essendo che una voce nella mente della figlia – vi farà sganasciare dalle risate in ogni occasione. Mi sono commossa, mi sono divertita. Cos’altro si potrebbe chiedere, ad una favola di Natale?

Jenny Hale, Il regalo più grande
Giudizio: ★★☆☆☆
Sulla carta, questo romanzo si presenta come degno figliolo del genere Kinsella: una storia fresca, un po’ paradossale forse ma fondamentalmente divertente e capace di stemperare tutte le assurdità di una fiaba moderna. Allison non sta vivendo un momento bellissimo, a trentadue anni è costretta a tornare a vivere sotto il tetto materno, perché momentaneamente senza lavoro, e a fare i conti con una sorella di successo che non manca, nel tentativo di aiutarla, di impicciarsi in questione che vorrebbe risolvere da sola. Quando decide di accettare il lavoro di direttrice nella storica dimora della famiglia Marley, è proprio su insistenza di Morgan (la sorella) che sta occupandosi proprio della vendita dell’immobile. Ma quando si ha l’acqua alla gola, non è proprio possibile sputare nel piatto in cui si mangia e la prospettiva di uno stipendio da capogiro non è esattamente così indigesta, tanto più che Robert – il suo diretto superiore – è un uomo difficile da disdegnare. Allie farà ben presto la conoscenza di questa famiglia ricchissima e sgangherata, tenuta assieme unicamente dalla stessa casa che sta per esser venduta a qualcun altro, e deciderà di regalare loro un magnifico ultimo Natale, che tutti possano ricordare.
Il regalo più grande avrebbe potuto essere davvero una storia carina. Peccato i suoi personaggi siano fastidiosi, stereotipati o peggio ancora maltrattati dalla stessa autrice. Allie in primis è una donnicciola superficiale, indecisa, incapace di fare chiarezza sui suoi stessi sentimenti, che accetta il corteggiamento di un uomo molto più coinvolto di quanto l’autrice stessa non volesse lasciar intendere e al tempo stesso ne corteggia spudoratamente un altro che è completamente incapace di mostrare la ben che minima traccia di calore umano. Non c’è magia natalizia che tenga, quando un libro è sviluppato male. Ed è questo il caso: le premesse c’erano tutte, ma il risultato, alla fine della fiera, è decisamente discutibile.

WHAT ARE YOU GOING TO READ NEXT?

Anne McCaffrey, Il volo del drago
Il terzo pianeta di Rubkat era un luogo splendidamente adatto alla vita. Non appena l’uomo lo aveva scoperto si era affrettato a colonizzarlo. La prima spedizione che si era insediata sul pianeta Pern non aveva badato allo strano corpo celeste che descriveva un’orbita attorno ad esso. Ogni duecento anni quel mondo vagante riproponeva la sua minacciosa presenza e fu per questo che i coloni di Pern avevano creato una nuova specie: i Draghi. Essi erano in grado di fronteggiare la minaccia proveniente dallo spazio. Occorrevano però facoltà mentali superiori per allevare e addestrare un Drago, così si sviluppò l’ordine dei Dragonieri che finì per costituire una razza a sé e divenne protagonista di una serie di avventure che si trasformarono in leggenda.

È tradizione, a Natale mi regalo un fantasy.
L’anno scorso ho letto La prescelte e l’erede, di Jacqueline Carey, che non è esattamente un fantasy ma insomma… Quest’anno ho deciso di tornare al mio grande, enorme, mastodontico amore di sempre: i draghi. E i cavalieri di draghi. Perché sì, ho un debole non indifferente per questi lucertoloni terribili, ma non ho mai abbastanza tempo a disposizione per approfondire il tema quanto meriterebbe. Non ho mai letto nulla della McCaffrey, ma nel momento in cui ho letto la sinossi di questo romanzo – il primo di una saga infinita! – ho sentito le dita prudere per la voglia di saperne di più. In un certo senso, è un regalo a me, da parte mia.

Cassandra Clare, Le cronache di Magnus Bane
Chi è davvero Magnus Bane? È forse l’individuo misterioso che s’insinua nelle trame della Rivoluzione francese, o lo strampalato europeo che crea scompiglio in un remoto Perù dell’epoca coloniale, o il venditore di alcolici che sfida il proibizionismo nella Manhattan degli anni Venti? E se invece fosse soltanto un giovane alla moda, sempre pronto a scendere in pista nelle discoteche più elettrizzanti nella New York degli anni Settanta? Cassandra Clare ci accompagna attraverso luoghi ed epoche affascinanti alla scoperta dei retroscena più avvincenti del passato di Magnus Bane, eclettico e inafferrabile personaggio che ha vissuto mille vite in una, tutte legate da un filo rosso: la perenne lotta tra la forza dell’amore e quella del destino, a cui nessuno può opporsi, neppure il Sommo Stregone degli Shadowhunters.

E qua, ragazzi miei, entrate in gioco anche voi.
Perché per la prima volta nella mia brevissima carriera di bookblogger, ho deciso di organizzare assieme a Cristina e Airals, due sante che mi stanno sopportando da bel po’ di email, una lettura corale! Le regole sono semplici:

  • Per commentare la lettura su Twitter usate il tag #CronacheBaneCR o taggate direttamente noi (@AiralsBooks @maistatachiara @SpeziaC );
  • Per aderire, iscrivetevi qui.

Le storie sono state suddivise per settimane, e qui trovate il calendario.

1. ‘Cosa accadde in Perù’  – Dal 10 al 16 gennaio 2015
2. ‘La fuga della Regina’ – Dal 17 al 23 gennaio 2015
3. ‘Vampiri, scones ed Edmund Herondale’ – Dal 24 al 30 gennaio 2015
4. ‘L’erede di mezzanotte’ – Dal 31 gennaio al 6 febbraio
5. ‘L’origine dell’Hotel Dumort’ – Dal 7 al 13 febbraio
6. ‘Alla ricerca di Raphael Santiago’ – Dal 14 al 20 febbraio
7. ‘La caduta dell’Hotel Dumort’ – Dal 14 al 20 febbraio
8. ‘Un regalo di compleanno per Alec’ – Dal 21 al 27 febbraio
9. ‘L’ultima sfida dell’Istituto di New York’ – Dal 21 al 27 febbraio
10. ‘Il corso di un amor cortese’ – Dal 28 febbraio al 6 marzo

Banedefinitivo


Lascia un commento

#5 WWW Wednesday

Buon giorno bestiarole! Vi scrivo dopo aver appena finito di divorare il mio triste pranzo al sacco, aspettando per andare a prendere il caffè prima delle prossime quattro ore di lezione. Questi ritmi mi stanno uccidendo, ma finalmente ho raccolto abbastanza materiale da mettere assieme un WWW Wednesday! Quindi bando alle ciance, parliamo di cose serie. Parliamo di libri.

What are you currently reading?

Fangirl, Rainbow Rowell.
Qui la recensione.
Cath is a Simon Snow fan.
Okay, the whole world is a Simon Snow fan…
But for Cath, being a fan is her life—and she’s really good at it. She and her twin sister, Wren, ensconced themselves in the Simon Snow series when they were just kids; it’s what got them through their mother leaving.
Reading. Rereading. Hanging out in Simon Snow forums, writing Simon Snow fan fiction, dressing up like the characters for every movie premiere.
Cath’s sister has mostly grown away from fandom, but Cath can’t let go. She doesn’t want to. Now that they’re going to college, Wren has told Cath she doesn’t want to be roommates. Cath is on her own, completely outside of her comfort zone. She’s got a surly roommate with a charming, always-around boyfriend, a fiction-writing professor who thinks fan fiction is the end of the civilized world, a handsome classmate who only wants to talk about words… And she can’t stop worrying about her dad, who’s loving and fragile and has never really been alone. For Cath, the question is: can she do this?
Can she make it without Wren holding her hand? Is she ready to start living her own life? Writing her own stories? And does she even want to move on if it means leaving Simon Snow behind?

Lithium, Marika Cavaletto e Chiara B. D’Oria
Il Destino regola inevitabilmente le nostre vite, intrecciandole, sovrapponendole e poi strappandole senza pietà. Questa è la storia di Mya e Chrissie, due ragazze che lasciano l’Italia per studiare all’estero, due ragazze che scappano da un passato impossibile da dimenticare. Fuggono, si nascondono, ma il Destino le travolge ancora, rinchiudendole in una realtà da incubo, una realtà dove i mostri sono reali e non solo ricordi insistenti. Un Dark Fantasy che lega le vite di diverse persone alla ricerca della loro strada, in un mondo irreale, governato da un’entità incurante. Perché il Destino ci ama e ci odia con la stessa intensità, ma a noi, povere pedine del suo folle piano, l’odio sembra prevalere.

Doll Bones, Holly Black.
Qui la recensione.
A dodici anni, Zach passa i pomeriggi a inventare storie con le sue due migliori amiche, Poppy e Alice: i tre hanno affidato il dominio del loro regno immaginario all’enigmatica Regina, una bambola di porcellana così perfetta da sembrare viva. Un brutto giorno il padre affronta Zach intimandogli di crescere e di cominciare a interessarsi a cose “da grandi”. Il mondo di Zach sembra andare in frantumi, finché una notte la Regina compare in sogno a Poppy, rivelandole di essere stata una bambina in carne e ossa di nome Eleanor, le cui ceneri si trovano ora all’interno della bambola; Eleanor non avrà pace finché non sarà seppellita nella sua tomba, in una lontana cittadina dall’altra parte degli Stati Uniti. I tre ragazzi partono nel cuore della notte, dormendo sotto le stelle, accampandosi nei cimiteri, incontrando bizzarri personaggi che parlano alla bambola scambiandola per una bambina vera, in un viaggio che cambierà per sempre le loro esistenze. Non somigliava affatto a un sogno. Era seduta sul bordo del mio letto. Aveva i capelli biondi, come quelli della bambola, ma arruffati e sporchi. Mi ha detto di seppellirla. Mi ha detto che non avrebbe trovato riposo fino a che le sue ossa non fossero state nella tomba e che, se non l’avessi aiutata, me ne avrebbe fatto pentire.

The Giver – Il Donatore, Lois Lowry.
Jonas ha dodici anni e vive in un mondo perfetto. Nella sua Comunità non esistono più guerre, differenze sociali o sofferenze. Tutto quello che può causare dolore o disturbo è stato abolito, compresi gli impulsi sessuali, le stagioni e i colori. Le regole da rispettare sono ferree ma tutti i membri della Comunità si adeguano al modello di controllo governativo che non lascia spazio a scelte o profondità emotive, ma neppure a incertezze o rischi. Ogni unità familiare è formata da un uomo e una donna a cui vengono assegnati un figlio maschio e una femmina. Ogni membro della Comunità svolge la professione che gli viene affidata dal Consiglio degli Anziani nella Cerimonia annuale di dicembre. E per Jonas quel momento sta arrivando.

What did you recently finish reading?

After math, Denise Grover Swank.
Giudizio: 4/5
Qui potete trovare la recensione completa.
Scarlett Goodwin’s world is divided into Before and After.
Before she agreed to tutor Tucker Price, college junior Scarlett was introvert, struggling with her social anxiety disorder and determined to not end up living in a trailer park like her mother and her younger sister. A mathematics major, she goes to her classes, to her job in the tutoring lab, and then hides in the apartment she shares with her friend, Caroline.
After junior Tucker Price, Southern University’s star soccer player enters the equation, her carefully plotted life is thrown off its axis. Tucker’s failing his required College Algebra class. With his eligibility is at risk, the university chancellor dangles an expensive piece of computer software for the math department if Scarlett agrees to privately tutor him. Tucker’s bad boy, womanizer reputation makes Scarlett wary of any contact, let alone spending several hours a week in close proximity.
But from her first encounter, she realizes Tucker isn’t the person everyone else sees. He carries a mountain of secrets which she suspects hold the reason to his self-destructive behavior. But the deeper she delves into the cause of his pain, the deeper she gets sucked into his chaos. Will Scarlett find the happiness she’s looking for, or will she be caught in Tucker’s aftermath?

Per te qualsiasi cosa, San Angus.
Giudizio: 5/5
Qui la recensione.
Stanley è ancora un ragazzino, e si sente solo. Da quando il fratello è partito per la guerra, il padre non è più lo stesso. È freddo e distante. Eppure Stanley ha trovatoun modo per essere di nuovo felice: prendersi cura dei suoi cani. Lui è l’unico che sa come comunicare con loro. Quando Soldier, un cucciolo dal pelo chiaro, sembra troppo fragile per sopravvivere, Stanley gli salva la vita. Qualcosa di speciale li unisce e i due diventano inseparabili. Ma il loro legame è destinato a spezzarsi: un giorno, all’improvviso, Soldier scompare. Per Stanley è una nuova ferita difficile da ricucire. Non gli rimane che una scelta: vestire la divisa dell’esercito inglese e partire per il fronte. Partire alla ricerca del fratello e cercare di riunire la sua famiglia. Grazie alla sua rara abilità nel capire i cani, viene assegnato al servizio dei cani messaggeri. Nell’orrore delle trincee del primo conflitto mondiale, la lealtà e il coraggio di questi animali salvano vite umane. Sono loro che giorno dopo giorno insegnano a Stanley a essere forte e a sopportare la violenza della guerra. Eppure lui non riesce ad affezionarsi veramente: il ricordo di Soldier fa ancora troppo male. Fino a quando non gli viene affidato Pistol che, come lui, non si fida più di nessuno. Grazie a questo cane Stanley rivive, per la prima volta, la forza dell’amicizia che lo legava a Soldier. Una sensazione che credeva di non riuscire più a provare. Pistol ha uno strano e immediato attaccamento per lui e i suoi occhi sembrano volergli dire qualcosa. Stanley deve scoprire se il suo cuore è ancora capace di ascoltare.

La rivelazione, James Dashner.
Giudizio: 3/5
Thomas sa di non potersi fidare delle menti malvagie che fanno parte della C.A.T.T.I.V.O., l’organizzazione che continua a tenere sotto scacco lui e gli altri Radurai, i sopravvissuti al Labirinto. Il tempo delle menzogne è finito, gli ripetono, i loro ricordi sono stati ripristinati e le tremende Prove cui sono stati sottoposti sono terminate. Sostengono di aver raccolto tutti i dati di cui avevano bisogno, ma di dover fare ancora affidamento su di loro per un’ultima missione: tocca ai Radurai trovare una cura per l’Eruzione, lo spietato morbo che conduce alla follia. Ma accade qualcosa che nessuno degli uomini della C.A.T.T.I.V.O. poteva prevedere: i ricordi di Thomas si spingono molto più lontano di quanto possano anche solo sospettare, fino alla verità. Il ragazzo adesso ha la conferma: non può credere a una sola parola di quello che dicono. E i suoi ricordi gli rivelano che dovrà fare molta attenzione, se vuole sopravvivere, perché la verità è più pericolosa della menzogna.

What are you going to read next?

Eh, bella domanda.
In tutta onestà, non ci ho davvero pensato. Mi sono resa conto di seguire dei ritmi di vita che sono parecchio pesanti, ogni giorno esco di casa a metà mattina – se non prima – e non ci torno prima delle otto di sera. Questo significa che oltre ad essere sovraccarica di stanchezza, sono pure oberata di studio che va accumulandosi ad una velocità spaventosa, che a sua volta implica poco tempo da dedicare alla lettura. Non so cosa leggerò dopo, ma potete scommettere quello che volete che sicuramente leggerò qualcosa. Semplicemente, non mi sento di pianificare nulla né ho avuto effettivamente modo di trovare un libro che, solamente leggendone la sinossi, mi facesse scalpitare dalla voglia di metterci le mani sopra. I quattro libri attualmente in lettura mi terranno compagnia quel che basta per rimediare alla mancanza, ma come sempre siete caldamente invitati a consigliarmi tutto quello che volete consigliare! Sono sempre pronta ad accogliere nuovi titoli nella mia libreria e sono curiosa di sapere quali avventure vi tengono compagnia in questo periodo!


Lascia un commento

#4 WWW Wednesday

Rubo questi dieci minuti prima di pranzo, respirando il profumino che dalla cucina si spinge fino a camera mia. Niente da dire, vivere da soli è bello, ma poche cose sono come la cucina della mamma quando si torna a casa…! Brevissimamente, ecco un recap delle letture delle ultime settimane: scarse, mi rendo conto, ma non per questo meno apprezzate.
Voi a cosa vi state dedicando? Vi ricordo, nel caso non l’abbia già fatto, che qui potete trovare la pagina FaceBook dedicata al blog! Devo ancora un po’ prenderci la mano, ma insomma… è a vostra disposizione.

What are you currently reading?

Ebbene si, anche io mi sono buttata a pesce sul libro da cui hanno tratto Outlander, aka il telefilm dell’ormone, aka la mia ora settimanale di arcobaleni e occhi a cuore e mal di pancia dovuti all’inconcepibile bellezza Sam Heugan che da sola vale ogni singolo istante di ogni singola puntata. Piano piano sono arrivata a mettermi in pari con la serie e, per quanto sia lodevole l’assoluta corrispondenza tra pellicola e cartaceo, devo dire che la prima batte la seconda a mani basse. Credo che sia la prima volta in cui dico una cosa del genere, ma… Dio dei Libri perdonami, questo romanzo è scritto davvero male. *soffre*

È il 1945. La seconda guerra mondiale finalmente è terminata, e Claire Randall, un’infermiera militare inglese, si riunisce al marito, dopo sette anni di lontananza, in una sorta di seconda luna di miele nelle Highlands scozzesi. Ma durante una passeggiata solitaria, visitando un antico circolo di pietre, la giovane donna si ritrova improvvisamente catapultata in un’altra epoca, in una Scozia settecentesca, dilaniata dalla guerra e dai conflitti tra clan. Nelle Highlands più selvagge e desolate, tra streghe e inquisitori, intrighi e passioni, Claire dovrà affrontare un susseguirsi di vicende che metteranno a rischio non soltanto la sua vita ma anche il suo cuore: l’incontro con un giovane e carismatico cavaliere scozzese la costringerà a una scelta radicale, tra due uomini e… due destini.

23162656

Finalmente! Il terzo volume della trilogia de Il Labirinto, ovviamente da leggere in compagnia delle mie fedelissime amiche del Club del Libro. L’abbiamo atteso per mesi, e per mesi ho dovuto pure sopportare le lamentele di mio padre che, da grande fan della serie, non ha fatto altro che lamentarsi della mancata pubblicazione del volume conclusivo – oltre che ad avermi spoilerato per bene il secondo, in quanto incapace di trattenersi. Sob. Onestamente? Non vedo l’ora di sapere cosa succederà. Davvero una gran scoperta, James Dashner!

Thomas sa di non potersi fidare delle menti malvagie che fanno parte della C.A.T.T.I.V.O., l’organizzazione che continua a tenere sotto scacco lui e gli altri Radurai, i sopravvissuti al Labirinto. Il tempo delle menzogne è finito, gli ripetono, i loro ricordi sono stati ripristinati e le tremende Prove cui sono stati sottoposti sono terminate. Sostengono di aver raccolto tutti i dati di cui avevano bisogno, ma di dover fare ancora affidamento su di loro per un’ultima missione: tocca ai Radurai trovare una cura per l’Eruzione, lo spietato morbo che conduce alla follia. Ma accade qualcosa che nessuno degli uomini della C.A.T.T.I.V.O. poteva prevedere: i ricordi di Thomas si spingono molto più lontano di quanto possano anche solo sospettare, fino alla verità. Il ragazzo adesso ha la conferma: non può credere a una sola parola di quello che dicono. E i suoi ricordi gli rivelano che dovrà fare molta attenzione, se vuole sopravvivere, perché la verità è più pericolosa della menzogna.

What did you recently finish reading?

Giudizio: 4/5
Ho iniziato la recensione, ma mi riesce difficile trovare un punto fermo tra i miei pensieri e da lì sviluppare un discorso che sia un minimo coerente e comprensibile, che non si limiti a squittii, reaction gif e tutte le cavolate di repertorio. Mi è piaciuto, mi è piaciuto molto – ma devo dire che se non avessi letto le novelle prima, molte cose non mi sarebbero state chiare. Con un po’ di pazienza, presto sarò capace di spiegarvi pure il perché.

Giudizio: 4/5
Stesso discorso qui.
Molto bello, molto denso, molto veloce in certi punti e un pelo troppo lento in altri. I primi due volumi della trilogia de Il Trono di Ghiaccio sono una sorsata d’acqua fresca in una giornata troppo calda, un piacere da concedersi senza sensi di colpa e da gustare fino all’ultima pagina. Ammetto che, una volta presa confidenza con i personaggi, ho avuto delle difficoltà a digerire determinati atteggiamenti di Celaena, specie nei confronti di Chaol (che è entrato di pieno diritto nella mia lista di uomini di carta da sposare, al contrario del principe Dorian che, non so, ma non si potrebbe farlo sparire? No? Peccato!), ma nonostante tutto sono rimasta piacevolmente stupita dalle infinite possibilità di sviluppo che questo secondo volume ha spalancato.

What do you think you’ll read next?

Lost and broken, Celaena Sardothien’s only thought is to avenge the savage death of her dearest friend: as the King of Adarlan’s Assassin, she is bound to serve this tyrant, but he will pay for what he did. Any hope Celaena has of destroying the king lies in answers to be found in Wendlyn. Sacrificing his future, Chaol, the Captain of the King’s Guard, has sent Celaena there to protect her, but her darkest demons lay in that same place. If she can overcome them, she will be Adarlan’s biggest threat – and his own toughest enemy.
While Celaena learns of her true destiny, and the eyes of Erilea are on Wendlyn, a brutal and beastly force is preparing to take to the skies. Will Celaena find the strength not only to win her own battles, but to fight a war that could pit her loyalties to her own people against those she has grown to love?

Sarà sempre leale, fedele e coraggioso con ogni battito del suo cuore.
Stanley è ancora un ragazzino, e si sente solo. Da quando il fratello è partito per la guerra, il padre non è più lo stesso. È freddo e distante. Eppure Stanley ha trovato un modo per essere di nuovo felice: prendersi cura dei suoi cani. Lui è l’unico che sa come comunicare con loro. Quando Soldier, un cucciolo dal pelo chiaro, sembra troppo fragile per sopravvivere, Stanley gli salva la vita. Qualcosa di speciale li unisce e i due diventano inseparabili. Ma il loro legame è destinato a spezzarsi: un giorno, all’improvviso, Soldier scompare. Per Stanley è una nuova ferita difficile da ricucire. Non gli rimane che una scelta: vestire la divisa dell’esercito inglese e partire per il fronte. Partire alla ricerca del fratello e cercare di riunire la sua famiglia. Grazie alla sua rara abilità nel capire i cani, viene assegnato al servizio dei cani messaggeri. Nell’orrore delle trincee del primo conflitto mondiale, la lealtà e il coraggio di questi animali salvano vite umane. Sono loro che giorno dopo giorno insegnano a Stanley a essere forte e a sopportare la violenza della guerra. Eppure lui non riesce ad affezionarsi veramente: il ricordo di Soldier fa ancora troppo male. Fino a quando non gli viene affidato Pistol che, come lui, non si fida più di nessuno. Grazie a questo cane Stanley rivive, per la prima volta, la forza dell’amicizia che lo legava a Soldier. Una sensazione che credeva di non riuscire più a provare. Pistol ha uno strano e immediato attaccamento per lui e i suoi occhi sembrano volergli dire qualcosa. Stanley deve scoprire se il suo cuore è ancora capace di ascoltare…
Per te qualsiasi cosa ha incantato i librai indipendenti inglesi, diventando un successo del passaparola tra i lettori, con una storia emozionante che disegna una pagina poco conosciuta del primo conflitto mondiale. Un romanzo travolgente sulla fedeltà e il coraggio, sulla forza dell’amicizia e il potere dei sentimenti.