Chiaraleggetroppo

Venticinque anni e il naso sempre tra le pagine – Chistmas edition!


Lascia un commento

Recensione: “Città del Fuoco Celeste”, Cassandra Clare.

Gli eroi non sempre sono quelli che vincono. Sono quelli che perdono, a volte. Però continuano a combattere, continuano a provarci. Non si arrendono. Ed è questo che fa di loro degli eroi.

Titolo: Città del Fuoco Celeste
Titolo originale: City of Heavenly Fire
Autore: Cassandra Clare
Editore: Mondadori – Chrysalide
Pagine: 756
Anno: 2014

Giudizio: 5/5

Sinossi
Erchomai, ha detto Sebastian. Sto arrivando. E ancora una volta sul mondo degli Shadowhunters cala l’oscurità. Mentre tutto intorno a loro cade a pezzi, Clary, Jace e Simon devono unirsi con tutti quelli che stanno dalla stessa parte, per combattere il più grande pericolo che la società dei Nephilim abbia mai affrontato: Sebastian, il fratello di Clary. Il traditore, colui che ha scelto il male. Nulla, in questo mondo, può sconfiggerlo, e i tre – uniti da un legame profondo e indissolubile – sono costretti a cercare un altro mondo dove l’estremo scontro abbia una speranza di vittoria. Il mondo dei demoni. Ma il prezzo da pagare sarà altissimo. Molte vite saranno perdute per sempre, e l’amore sarà sacrificato per un bene più grande: scongiurare la distruzione definitiva di un mondo che non sarà mai più lo stesso. Perché la fine degli Shadowhunters è anche il loro inizio. Continua a leggere

Annunci


Lascia un commento

#20 Teaser Tuesday

Buon martedì, bestiarole! Città del Fuoco Celeste sta finalmente avviandosi alla sua conclusione e ammetto di aver pianto almeno un paio di volte nelle pagine che precedono il teaser di oggi. Spero di non aver spoilerato nulla a nessuno, ormai il libro è pubblicato da un bel po’ e sono io ad essere in terribile ritardo nella lettura. In caso contrario, mi scuso moltissimo 😦

Si tirò su a sedere e girò lo sguardo intorno a sé. La sala era piena di visi attoniti, completamente muti, ma di quelli non le importava. Non stava cercando degli estranei. Per primo scorse Jace; era atterrato in posizione accovacciata, pronto a combattere. Vide le sue spalle rilassarsi mentre si guardava intorno e si rendeva conto di dove si travavano, che erano a Idris e la guerra era finita. E c’era Alec, che aveva ancora la mano in quella di Magnus. Lo stregone sembrava sofferente ed esausto, ma era vivo.
E c’era Isabelle. Era finita più vicina degli altri a Clary, a circa un metro di distanza. Era già in piedi e ispezionava la sala con lo sguardo, una volta, due, una terza volta volta disperata. Erano tutti là, tutti loro, tutti tranne uno.
Fissò lo sguardo su Clary, gli occhi lucidi di lacrime. – Simon non c’è. È sparito davvero.
Il silenzio che aveva attanagliato l’adunanza di Shadowhunters sembrò infrangersi come un’onda: a un tratto ecco alcuni Nephilim precipitarsi verso di loro. Clary vide sua madre e Luke, Robert e Maryse, Aline e Helen, perfino Emma Carstairs accorrere per circondarli, abbracciarli, assisterli e aiutarli. Clary sapeva che avevano buone intenzioni, che correvano in loro soccorso, ma non provò alcun sollievo. La mano stretta sull’anello d’oro nel palmo, si raggomitolò sul pavimento e si concesse finalmente di piangere.


Lascia un commento

#18 Teaser Tuesday

Ragazzi, che fatica questo semestre. Che-fatica! Riuscire a trovare un momentino per leggere è un’impresa al limite dell’impossibile MA! non permetterò all’università di privarmi del piacere delle mie poche pagine quotidiane, a costo di dormire un’ora in meno la notte. E non guardatemi così, so che lo fate pure voi…!
Vi lascio con un teaser piccino piccino, spoiler free, tratto da Città del Fuoco Celeste. Che è tipo asdfghjkl, il migliore libro che la Clare abbia scritto fino ad oggi.

– Cerca di non staccarmi la mano, per favore – disse Magnus. – Mi piace quella mano. Ho bisogno di quella mano.
– Hmf – fece Raphael, che gli stava inginocchiato accanto, i pugni stretti sulla catena che unica il ceppo fissato alla mano destra di Magnus all’anello di adamas profondamente conficcato nel pavimento. – Sto solo cercando di rendermi utile. –
Diede un forte strattone alla catena, e lo stregone urlò di dolore prima di fulminarlo con lo sguardo. Le mani di Raphael erano sottili, da ragazzino, ma traevano in inganno: in realtà avevano una forza da vampiro, e al momento la stavano impiegando per svellere le catene di Magnus.