Chiaraleggetroppo

Venticinque anni e il naso sempre tra le pagine – Chistmas edition!


Lascia un commento

Recensione: “Comunque vada non importa”, Eleonora Caruso.

Vojo morì: si riassume così il mio stato fisico/emotivo/mentale, dopo un esame e un dibattito a ventiquattro di distanza e cinque giorni per preparare altri due esami. Natale si fa desiderare, quest’anno… vorrei poterlo aspettare rannicchiata sotto il piumone mangiando Nutella, se devo esser sincera. Un po’ come fa Darla, la protagonista di Comunque vada non importa, solo facendo la doccia una volta al giorno perché i capelli sporchi mi fanno andare fuori di testa come poche altre cose nella vita. Motivo per cui chiudo qui, e vado a darmi una sciacquata dopo una giornata decisamente infinita.

Comunque vada non importa - Eleonora CarusoTitolo: Comunque vada non importa
Autore: Eleonora Caruso
Editore: Indiana Editore
Pagine: 220
Anno: 2012

Giudizio: 4/5

Sinossi
Darla vive arenata sul divano di casa, incollata al computer, esce solo per andare in fumetteria. Manga e cartoni giapponesi sono il suo universo, veri e propri oggetti salvifici, le uniche coordinate per lei valide. Tra Twitter, social network e battute al vetriolo, a ventidue anni si è asserragliata in un fortino apparentemente inespugnabile, chiudendo fuori un padre con cui non riesce a dialogare, il fratello Andrea che l’ha sempre messa in ombra, un’università che non ha nulla da offrirle. Ma quando Andrea si ammala gravemente, vittima dell’odio per se stesso, Darla è costretta a distogliere gli occhi dal monitor e a guardarsi intorno: scoprirà che il suo mondo non le basta più, e avrà bisogno di amare, di litigare, di fare spazio a chi, fino a quel momento, ha sempre respinto.

Continua a leggere