Chiaraleggetroppo

Venticinque anni e il naso sempre tra le pagine – Chistmas edition!


1 Commento

Recensione: “Luna”, Julie Anne Peters.

Titolo: Luna
Titolo originale: Luna
Autore: Julie Anne Peters
Editore: Edizioni Giunti – Collana Y
Pagine: 384
Anno: 2010

Giudizio: 4/5

Sinossi
Regan, fin da piccola, ha sempre saputo che suo fratello Liam era diverso dagli altri. Liam ha sedici anni. È alto, bello, muscoloso e corteggiatissimo ma la verità è che si sente una ragazza intrappolata dentro un corpo da ragazzo. Regan è l’unica condividere questo segreto con Liam – o Luna come preferisce farsi chiamare – che ogni notte in camera della sorella si trasforma con trucchi e vestiti da ragazza nel suo alterego femminile. All’insaputa dei genitori, una madre troppo occupata nella sua professione di wedding planner e un padre frustrato da un lavoro rutinario, Regan si trova da sola a dover aiutare e sostenere il fratello (quasi una sorella) nel difficile percorso verso la trasformazione. Ma anche per Regan è il momento del cambiamento e quando, durante una lezione di chimica, un ragazzo appena trasferito nella sua scuola, si accorge di lei, insieme ai primi turbamenti del cuore arrivano anche le complicazioni che l’avere un fratello trans comporta. Continua a leggere

Annunci


Lascia un commento

Citazione: “Luna”, Julie Anne Peters.

Mi sentivo come se mi avessero abbandonato in Siberia, senza la slitta. Saranno stati cento gradi sottozero e la scuola era distante quasi tre chilometri da casa nostra. Avevo camminato neanche mezzo isolato e i miei piedi erano già due ghiaccioli.
“Al diavolo, Liam” dissi a denti stretti “Ti odio”.
No, non era vero. E nemmeno lui mi odiava.
Ce l’aveva con la vita, con la sua vita. E io questo potevo capirlo.
Doveva essere una sensazione orribile, essere costretto a vivere nel corpo sbagliato,  avere questa specie di doppia identità. Sapevo quanto ne soffrisse. Desideravo solo che non se la rifacesse con me. Non era colpa mia se io avevo il corpo che avrebbe voluto lui. Io volevo avere il corpo di Britney Spears.  Me l’avevano dato? No.
Ok, d’accordo, stavo sminuendo la tragedia di Liam. Ma che cavolo. Che freddo faceva…


Lascia un commento

Citazione: “Luna”, Julie Anne Peters.

La paura mi su conficcò nella spina dorsale come un pungiglione. Inaspettatamente,  le mie corde vocali decisero di funzionare.
“Hai ancora dodici secondi” dissi dando un’occhiata all’orologio “per cambiare idea. Scegli qualcun altro, se hai a cuore la tua reputazione.”
“Io ho scelto te. Sono pronto a pagarne le conseguenze”.