Chiaraleggetroppo

Venticinque anni e il naso sempre tra le pagine – Chistmas edition!


Lascia un commento

#49 Teaser Tue—Thursday!

Buongiorno!
Mentre mi leggete sto probabilmente fallendo nel seguire una lezione perché mentre vi scrivo è mercoledì pomeriggio, c’è un sole meraviglioso e sto per buttarmi a letto un paio d’ore: ho un impegno serale, che coinvolge karaoke e temo dell’alcol, al quale non posso mancare. Quindi mi prendo per tempo e preparo questo post con un teaser rapido rapido, sempre tratto dalle pagine di Radiant Shadow, di Melissa Marr. Amo questa saga. La amo. Perché non l’ho scoperta prima?

Gabriel e Devlin si stavano guardando in cagnesco.
«Non serve a nulla parlare». Ani si sedette accanto a Rabbit.
Il fratello le mise un braccio sulle spalle. «Gabriel ha bisogno di sfogare il suo dolore».
«Battendosi contro il mio…», s’interruppe quando si rese conto di non saper concludere la frase.
«Il tuo cosa?», ringhiò Gabriel dando uno spintone a Devlin. «Il suo cosa?».
«Basta». Ani balzò in piedi e si piazzò davanti al padre. «È lui che mi ha protetto finora».
«È il Sicario della Regina Suprema…».
«Sì, e tu sei quello del Re del Buio», replicò Ani esasperata. «E con ciò?».
Gabriel allungò un braccio come a volerla togliere di mezzo, ma la figlia glielo bloccò.
A quel gesto lui la fissò e sorrise, preparandosi a colpirla.
«Non credo proprio», esclamò Ani. Schivò il colpo sferrando un pugno che fece barcollare il padre. Era la prima volta nella sua vita che lo metteva in difficoltà.
Di riflesso Gabriel replicò non con uno di quei colpetti bonari e insultanti a cui era Ani abituata, ma un vero cazzotto, tirato da un segugio che colpisce un suo pari.
«Volevi colpirmi», mormorò lei. «Hai davvero cercato di colpirmi!».
«Ti ho colpito», disse lui tastandosi il viso, «e tu hai colpito me».
Si strinse a lui. «Finalmente».
Gabriel la guardava con orgoglio. «Mi hai dato un cazzotto degno di Chela. Com’è possibile?».
«Ani non ha quasi più nulla di umano», spiegò Devlin in tono imperturbabile, falsamente calmo. «Il suo sangue mortale è stato consumato dal tuo, Gabriel. È per questo che è così anomala e sospetto che dipenda dal fatto che Jillian avesse un antenato non mortale».
Gabriel la sollevò da terra, abbracciandola. «Sei ancora la mia bambina, però. Non pensare di potertela svignare senza avvertirci. Okay?».
«Volevo solo proteggere voi». Ani simulò un ringhio, ma non era in collera con lui per quell’atteggiamento protettivo: sapeva che era tipico della Corte Oscura e dei segugi. «E c’erano Devlin e Barry con me. Non ero sola».
Gabriel la posò di nuovo a terra. «Barry?».
«È così che ho chiamato il mio destriero».
Il padre le diede una pacca su una spalla e lei si sentì meglio.
Poi comprese che Devlin aveva intuito che un piccolo assaggio di violenza l’avrebbe fatta stare meglio. Lo guardò e sorrise.
Il sollievo che vide sul suo volto le strinse il cuore. Ani gli porse la mano. «Allora, cosa si fa?».
Devlin fece un cenno con il capo in direzione di Gabriel. «Se lo scontro vi ha calmati, forse potremmo tornare al nostro piano».
«Questo non significa che tu mi piaccia più di prima», minacciò Gabriel. «Prova soltanto a deluderla e io giuro che ti massacrerò finché non mi chiederai…».
«In quel caso essere massacrato sarebbe il minore dei mali». Devlin strinse Ani a sé.
Gabriel annuì e si avviò in soggiorno, dove li stavano aspettando Irial e Niall.

Per metà umana e per metà essere fatato, Ani è guidata dai propri appetiti. Ma sono gli stessi che guidano anche nemici potenti e deboli alleati, come Devlin che è stato modellato per essere un assassino ed è il fratello della Regina dell’Alta Corte, fredda e calcolatrice, nonché della gemella di lei, confusionaria e personificazione della guerra. Devlin però vuole salvare Ani dalle sue sorelle, sapendo che, se fallisce, sarà lui lo strumento con cui la ragazza verrà uccisa. Ani, da parte sua, non è tipo da lasciarsi controllare mentre altri lottano a causa sua: ha abbastanza coraggio da proteggere se stessa e alterare i piani di Devlin. I due sono indissolubilmente legati da un destino che li rende allo stesso tempo minaccia e protezione l’uno per l’altra. Ma nel momento in cui la loro vicinanza diventa più stretta, un inganno ancora maggiore si prepara a mettere in pericolo il mondo fatato. Il prezzo da pagare perché si salvi sarà dunque la loro separazione?

 

Annunci


Lascia un commento

#8 WWW Wednesday!

A Forlì è tornato l’inverno: il cielo è tutto grigio, c’è un vento freddo e teso che ulula tra gli alberi davanti alla mia finestra, spifferi gelidi mi accolgono ogni volta che mi alzo dalla mia scrivania per vagare, stile anima in pena, qualche secondo. Potrei dire di aver ufficialmente iniziato le letture pro-tesi, ma la verità è che stanno martellando sulle scale dalle otto e mezza di questa mattina e non sono sicura di aver effettivamente imparato qualcosa dalle pagine tostissime del libro che sto affrontando. Credo sia più corretto dire che ci ho provato e che, al momento, mi sono pure arresa all’evidenza che se già è difficile trovare la concentrazione, in queste condizioni è praticamente impossibile. Quindi eccoci qui, in un mercoledì di fine marzo, alle prese con un classicissimo WWW Wednesday.

WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?

Adi Alsaid, Via con te.
Hudson, Bree, Elliot e Sonia hanno un solo punto in comune: Leila, una ragazza che entra nelle loro vite con la sua auto rosso fiammante proprio nel momento in cui hanno più bisogno di aiuto.
Leila è in viaggio verso l’Alaska per andare a vedere l’aurora boreale. Nel suo percorso attraverso gli Stati Uniti incontra Hudson, meccanico di una piccola città, che sembra pronto a gettare via i sogni di una vita in nome dell’amore. Poi Bree, una ragazza in fuga da se stessa che vive rubacchiando. E in seguito Elliot, che crede al lieto fine… finché la sua vita si scosta dalla sceneggiatura prevista. Infine Sonia che, perdendo il suo ragazzo, teme di aver perso la capacità di amare.
Tutti e quattro trovano un’amica in Leila. E quando Leila li saluta per continuare il viaggio, le loro vite sono in qualche modo cambiate. Leila dovrà, invece, arrivare fino in Alaska per venire a patti con se stessa.

WHAT DID YOU RECENTLY FINISH READING?

Thomas Melis, A un passo dalla vita.
È una Firenze fredda, notturna e mai nominata quella che fa da palcoscenico alla storia di Calisto e dei suoi sodali, il Secco e Tamagotchi. La città è segnata dalla crisi globale, dietro l’opulenza pattinata del glorioso centro storico si nasconde la miseria dei quartieri periferici. Calisto è intelligente, ambizioso, arriva dal Meridione con un piano in mente e non ha intenzione di trasformarsi in una statistica sul mondo del precariato. Vuole tutto: tutto quello che la vita può offrire. Vuole lasciarsi alle spalle lo squallore della periferia – gli spacciatori albanesi, la prostituzione, il degrado, i rave illegali –, per conquistare lo scintillio delle bottiglie di champagne che innaffiano i privè del Nabucco e del Platinum, i due locali fashion più in voga della città. Calisto vuole tutto e sa come vincere la partita: diventando un pezzo da novanta del narcotraffico.
Cupamente, nella rappresentazione di un dramma collettivo della “generazione perduta”, schiava di un sistema socioeconomico degenere e illusa dalle favole di una televisione grottesca, si snoda questa storia di ingiustizie e tradimenti, ma anche di amicizie e amori forti tragicamente condannati. Perché il male non arriva mai per caso e la vita non dimentica mai nulla, non perdona mai nessuno.

Jennifer Niven, Raccontami di un giorno perfetto.
È una gelida mattina d’inverno quella in cui Theodore Finch decide di salire sul tetto della scuola solo per capire che cosa si prova a guardare di sotto. L’ultima cosa che si aspetta però è di trovare qualcun altro lassù, in bilico sul cornicione. Men che meno Violet Markey, una delle ragazze più popolari del liceo. Eppure Finch e Violet si somigliano più di quanto possano immaginare. Sono due animi fragili: lui lotta da anni con la depressione, lei ha visto morire la sorella in un terribile incidente d’auto. È in quel preciso istante che i due ragazzi iniziano a provare la vertigine che li legherà nei mesi successivi. Una vertigine che per lei potrebbe essere un nuovo inizio, e per lui l’inizio della fine…

WHAT ARE YOU GOING TO READ NEXT?

Melissa Marr, Radiant shadow.
Per metà umana e per metà essere fatato, Ani è guidata dai propri appetiti. Ma sono gli stessi che guidano anche nemici potenti e deboli alleati, come Devlin che è stato modellato per essere un assassino ed è il fratello della Regina dell’Alta Corte, fredda e calcolatrice, nonché della gemella di lei, confusionaria e personificazione della guerra. Devlin però vuole salvare Ani dalle sue sorelle, sapendo che, se fallisce, sarà lui lo strumento con cui la ragazza verrà uccisa. Ani, da parte sua, non è tipo da lasciarsi controllare mentre altri lottano a causa sua: ha abbastanza coraggio da proteggere se stessa e alterare i piani di Devlin. I due sono indissolubilmente legati da un destino che li rende allo stesso tempo minaccia e protezione l’uno per l’altra. Ma nel momento in cui la loro vicinanza diventa più stretta, un inganno ancora maggiore si prepara a mettere in pericolo il mondo fatato. Il prezzo da pagare perché si salvi sarà dunque la loro separazione?

Voi, invece?
Quale sono state le vostre ultime letture? Dai, non lasciatemi sempre qui a parlar da sola, raccontatemi un po’!