Chiaraleggetroppo

Venticinque anni e il naso sempre tra le pagine – Chistmas edition!


1 Commento

Il Club del Libro: “Il labirinto”, James Dashner.

Ci abbiamo messo un po’, ad organizzarci.
Ma sotto sotto sono fermamente convinta che un po’ fosse inevitabile: abbiamo sempre letto gli stessi libri, grossomodo negli stessi periodi, finendo col discuterne per lo più su Twitter. Così alla fine, complici le infinite comodità di GR, abbiamo tagliato la testa al toro e formato un temibilissimo Club del Libro. Siamo Federica, Silvia, Cecilia, Chiara, Veronica. E abbiamo iniziato con “Il labirinto”, di James Dashner. Perché siamo delle pive e non avevamo idea della palude ansiogena in cui ci saremmo trovate invischiate!

Titolo: Il labirinto
Titolo originale: The maze runner (#1)
Autore: James Dashner
Editore: Fanucci
Pagine: 428
Anno: 2011

Sinossi
Quando Thomas si sveglia, le porte dell’ascensore in cui si trova si aprono su un mondo che non conosce. Non ricorda come ci sia arrivato, né alcun particolare del suo passato, a eccezione del proprio nome di battesimo. Con lui ci sono altri ragazzi, tutti nelle sue stesse condizioni, che gli danno il benvenuto nella Radura, un ampio spazio limitato da invalicabili mura di pietra, che non lasciano filtrare neanche la luce del sole. L’unica certezza dei ragazzi è che ogni mattina le porte di pietra del gigantesco Labirinto che li circonda vengono aperte, per poi richiudersi di notte. Ben presto il gruppo elabora l’organizzazione di una società ben ordinata e disciplinata dai Custodi, nella quale si svolgono riunioni dei Consigli e vigono rigorose regole per mantenere l’ordine. Ogni trenta giorni qualcuno si aggiunge a loro dopo essersi risvegliato nell’ascensore. Il mistero si infittisce un giorno, quando – senza che nessuno se lo aspettasse – arriva una ragazza. È la prima donna a fare la propria comparsa in quel mondo, ed è il messaggio che porta con sé a stupire, più della sua stessa presenza. Un messaggio che non lascia alternative. Ma in assenza di altri mezzi visibili di fuga, il Labirinto sembra essere l’unica speranza del gruppo o forse potrebbe rivelarsi una trappola da cui è impossibile uscire.


Lascia un commento

Citazione: “Insurgent”, Veronica Roth.

Sono venuta qui perché nessun altro dovesse morire;  sono venuta per proteggere più persone possibili. E tengo alla salvezza di Tobias più che a quella di chiunque altro. E allora perché mi trovo qui, se ci è venuto anche lui? A quale scopo?
“Che hai fatto?” biascico.
Lui è a pochi passi da me, ormai, ma non abbastanza vicino da sentirmi.
Mentre mi passa accanto stende la mano, afferra la mia e la stringe… per poi lasciarla andare. Ha gli occhi iniettati di sangue e il viso pallido.
“Che hai fatto?”
Questa volta la domanda mi esce dalla gola come un ringhio. Mi lancio verso di lui, lottando contro la presa di Petee, anche se le sue mani mi scorticano la pelle.
“Che hai fatto?” grido.
“Se muori tu, muoio anch’io.” Tobias si volta indietro per guardarmi. “Ti ho chiesto di non farlo. Hai preso la tua decisione, e adesso dovrai fare i conti con le ripercussioni.”


Lascia un commento

Citazione: “Insurgent”, Veronica Roth.

Tobias chiude gli occhi. Confido nella penombra del fuoco che si va spegnendo perché nessuno mi noti mentre faccio scorrere la mano sulla sua pelle, sfiorando ogni tatuaggio senza vederlo. Immagino l’occhio spalancato degli Eruditi, la bilancia asimmetrica dei Candidi, le mani allacciate degli Abneganti e le fiamme degli Intrepidi. Con l’altra mano cerco le fiamme tatuate sul suo petto. Sento il suo respiro contro la guancia.
“Vorrei che fossimo soli” bisbiglia.
“È quello che desidero quasi sempre io.”


Lascia un commento

Recensione: “Tu contro di me”, Jenny Downham.

Ultimo sforzo prima delle ultime vacanze del semestre! E quale miglior modo per affrontare questo tostissimo lunedì se non con un libro che ho amato follemente e che mi ha tenuto compagnia qualche mese fa? Studiare non rientra nelle opzioni disponibili, no. E nel mentre inizia pure una nuova avventura virtuale con un bunch di very lovely people, di cui spero di riuscire a parlare più approfonditamente la prossima settimana – sperando di riuscire a sopravvivere alle abbuffate pasquali che, ahimè, mietono sempre più vittime di quanto si voglia credere!

Tu contro di me - Jenny DownhamTitolo: Tu contro di me
Titolo originale: You against me
Autore: Jenny Downham
Editore: Bompiani
Pagine: 388
Anno: 2011

Giudizio: 4/5

Sinossi
Due normali famiglie inglesi, una povera, i McKenzie, l’altra ricca, i Parker. Michael McKenzie è un ragazzo mite e sensibile. Lavora in un pub, ha due fratelli, una madre depressa e alcolizzata e un problema da risolvere: sua sorella Karyn è stata violentata da Tom Parker, che è stato arrestato ma subito messo in libertà vigilata grazie ai soldi e alle conoscenze del padre. Tom vuole vendicarsi, come minimo riempire Tom di botte facendosi aiutare da Jacko, il suo amico del cuore. Ma a casa dei Parker si festeggia il rilascio di Tom: non c’è nulla da fare. Eppure no, qualcosa ce: lo sguardo che Michael scambia con Ellis, la sorella minore di Tom. E amore a prima vista, anche se Ellis non sa nulla di Michael, e lui nulla le rivela di sé. Cerca piuttosto di carpire informazioni su Tom, mentre Ellis deve fronteggiare la cattiveria delle compagne di scuola e Karyn va in crisi. Ma alla fine Ellis scopre chi è veramente il suo innamorato. Non c’è più tempo, è lei ora a dover prendere una decisione: quella di dire finalmente la verità, tutta la verità su quella maledetta storia che ha rovinato la sua famiglia e quella di Michael.

Continua a leggere


Lascia un commento

Recensione: “Beastly”, Alex Flinn.

Good morning sunshines! Quale modo migliore di iniziare questa nuova settimana, se non con una recensione nuova di pacca? Non so voi, ma a me la primavera appiccica addosso un buon umore quasi fastidioso, di quelli che neppure la prospettiva di passare almeno sei ore in facoltà riesce ad intaccare. Che dire? Speriamo duri, come il sole che in questo momento piove sulla mia scrivania sommersa di libri e appunti.

Titolo: Beastly
Titolo originale: Beastly
Autore: Alex Flinn
Editore: Giunti
Pagine: 304
Anno: 2007

Giudizio: 3/5

Sinossi
Kyle Kingsbury è ricco, bello e popolare. A scuola è considerato quasi un dio, è abituato a prendersi gioco di tutti e quando arriva Kendra, una ragazza bruttina ed emarginata, decide di farle un terribile scherzo. Non può sapere che lei, una strega sotto mentite spoglie, lo maledirà per la sua cattiveria, tramutandolo in una bestia.
Orribilmente deturpato, Kyle è costretto a vivere isolato nell’appartamento-prigione in cui il padre, un noto personaggio televisivo, l’ha confinato per nasconderlo. A fargli compagnia, solo Magda, la governante, e Will, un insegnante privato. Due anni: questo il tempo che Kyle ha per spezzare l’incantesimo, e l’unico modo è innamorarsi ed essere riamato. Altrimenti rimarrà così per sempre.
Dopo un anno di solitudine e fallimenti, Kyle comincia a cambiare, non è più il ragazzo prepotente, viziato, materialista di una volta e, quando ormai ogni speranza sembra perduta, un ladro, sorpreso in casa e disposto a tutto pur di passarla liscia, gli consegna la figlia, Linda, in cambio del suo silenzio. La ragazza è l’ultima possibilità per Kyle di rompere l’incantesimo prima che scada il tempo.
Continua a leggere


1 Commento

#1 WWW Wednesday!

Ok, lo ammetto: non è farina del mio sacco! L’idea appartiene a MizB di ShouldBeReading. Non so se si possa definire un meme o una rubrica – giochino forse è la definizione più adatta! -, ma se non altro è una cosa carina per condividere quelle che sono/sono state/saranno le mie letture e cercare di compensare l’imbarazzante mancanza di recensioni dei mesi passati. E poi, ahimè, sono una persona abitudinaria: sapere di avere un appuntamento fisso è il miglior modo che conosco per obbligarmi a rispettarlo – se poi si parla di libri, neanche a dirlo ma più che di obbligo bisogna parlare di piacere.
Il giochino è semplice, basta rispondere a queste tre domande:

  • What are you currently reading?
  • What did you recently finish reading?
  • What do you think you’ll read next?

Quindi bando alle ciance, iniziamo!

What are you currently reading?

18926766Si, è vero: sono assolutamente ossessionata da questa saga. Però devo anche ammettere che nessun volume, al momento, è all’altezza di Morsi di ghiaccio e piano piano inizio a far fatica ad avere a che fare con Rose testacalda e Lissa principessanoiosa. Dimitri, poi, allo stato attuale mi fa più ribrezzo che altro e l’unico personaggio che sento di amare spassionatamente è Adrian. Forse anche Christian, un pochino, ma compare talmente poco che non saprei ben che dire. Sono appena all’inizio, però… confido la Mead sappia recuperare e tenermi con il fiato sospeso anche questa volta!

What did you recently finish reading?

Giudizio: 3/5
Mbeh, ve l’avevo detto! Il Bacio dell’ombra è stato un colpo basso, bassissimo. Ho sofferto nel finale a livello che boh, non credevo possibili. Quello che ho riscontrato, però, è un calo di tensione rispetto ai due precedenti volumi. C’è qualcosa che improvvisamente è venuto a mancare, una carenza che non saprei spiegare a cosa sia dovuta, ma la triste verità è che nonostante tutto questo libro mi ha lasciato ben poca cosa addosso. L’ho divorato, non ho saputo posarlo neppure per un istante, ma per tutto il tempo non ho potuto fare a meno di pensare che qualcosa improvvisamente fosse venuto meno. Onestamente, proprio non saprei dire cosa.

13099871Giudizio: 3/4
E quando poi sono approdata a Promessa di sangue, se possibile è stato ancora peggio – con la differenza, però, che qui ha iniziato a germogliare il mio fastidio nei confronti per Dimitri e un’avversione verso cose di cui non voglio parlare adesso e che mi farebbero scivolare in uno spoiler coatto assolutamente fuori luogo. Tutta quella che poteva essere la credibilità della saga è improvvisamente venuta meno di punto in bianco. Richelle, cosa ti è successo? Dove si è persa l’autrice che per due interi volumi ha calamitato la mia mente e il mio cuore come solo in pochi hanno saputo fare? Ritrova la strada, ti prego!

What do you think you’ll read next?

Prevedibile, lo so. Ma ve l’ho detto, quando inizio una saga poi sento la necessità fisica di finirla in un colpo solo! Quindi l’Ultimo sacrificio sarà senza ombra di dubbio la mia prossima lettura e poi, con un po’ di dispiacere, lascerò l’Accademia per buttarmi a pesce su un po’ di distopie che ho da parte e che non vedo l’ora di scoprire! Confido in un finale che non mi lasci l’amaro in bocca come i precedenti volumi, ma con tutta la più buona volontà di questo mondo, ammetto di essere piuttosto scettica a riguardo.

Voi, invece?
Quali sono le vostre risposte?


Lascia un commento

Recensione: “L’Accademia dei vampiri”, Richelle Mead.

Titolo: L’Accademia dei vampiri
Titolo originale: Vampire Accademy
Autore: Richelle Mead
Editore: Rizzoli
Anno: 2007
Pagine: 432

Giudizio: 4/5

Sinossi
Lissa Dragomir, principessa Moroi e vampiro mortale, dev’essere protetta a tempo pieno dalle minacce degli Strigoi, i vampiri più pericolosi, quelli che non muoiono mai. La sua migliore amica e custode, Rose, è una Dhampir, un incrocio tra un vampiro e un umano. Rose e Lissa, dopo due anni di fuga dal loro mondo per assaggiare un po’ di realtà, vengono intercettate e riportate a St. Vladimir’s, l’Accademia dei Vampiri in cui dovrebbero studiare:dovrebbero, perché in realtà tra balli e innamoramenti, flirt con gli alunni più anziani e i fascinosi tutor e i conflitti sempre aperti con gli insidiosi Strigoi, tutti hanno pochissimo tempo per pensare ai libri.
Continua a leggere